SINGLE POST

Mezzo secolo di TROFEO GORLA

Il Trofeo Riccardo Gorla nasce nel 1966. E quest’anno sarà la 5o° edizione di quella sfida che è oramai diventato il Test Event della Centomiglia. Mezzo Secolo di regate, storie, vittorie e sconfitte, E’ dedicate ad un giovane velista milanese, che, come molto vacanzieri, aveva conosciuto la vela al largo di Gargnano, Villa e Bogliaco.

Da bambino Riccardo frequentava il lago. Sul piccolo cabinato a vela del padre, un Qr costruito da Giovanni Sigovich, si appassionò alla vela per poi diventare Ufficiale di Marina.

Gorla morì nel 1966 durante una regata tra la Toscana e la Corsica .

La sua storia venne raccontata, tra gli altri, dal giornalista Beppe Barnao in un articolo pubblicato su «Vela e Motore», all’epoca autentica bibbia della nautica italiana,  riproposto come testimonianza nel libro del «Centomiglia. Sessant’anni di vela».

«La vela italiana – scriveva nel ’66 Beppe Barnao – è in lutto per la grave sciagura accaduta martedì 29 marzo. Verso le ore 23, mentre era in corso la Regata dei Tre Dipartimenti, riservata a imbarcazioni della Marina Militare, lo yacht III classe RORC Orsa Minore è affondato nelle acque dell’isola d’Elba. Dei cinque componenti l’equipaggio solamente il guardiamarina Ferdinando Sanfelice si è salvato, mentre sono scomparsi il tenente di vascello Riccardo Gorla, il sottotenente di vascello Giacomo Cavaliere e il tenente di vascello americano Louis Rossi e il nocchiero Domenico Maraventano…

Le cause del naufragio non si conoscono e le più disparate congetture, per ora, non trovano conferma…Il guardiamarina Sanfelice è stato tratto in salvo, allo stremo delle forze, dalla corvetta Danaide che, al comando del capitano di vascello Tino Straulino, seguiva la regata come nave appoggio. Prontamente intervenuta la Danaide non ha però trovato traccia né dell’Orsa Minore, né degli altri membri dell’equipaggio. E vane sono state le ricerche operate su larga scala dai vari mezzi della Marina e del Centro di soccorso aereo…

Il tenente di vascello Gorla era considerato uno dei più validi e promettenti ufficiali della nostra Marina Militare; gli era stato affidato il comando dell’Orsa Minore per le sue ottime doti di buon navigatore e due anni addietro aveva fatto parte, come comandante in seconda, dell’equipaggio del Corsaro II nella regata delle Bermude». Dal 2006 il Trofeo Gorla è affiancato dalla regata della 50Miglia del Garda, riservato alle flotte dei multiscafi. Il percorso va da sempre da Gargnano fino a Riva-Torbole, per poi fare ritorno al vecchio porticciolo di Bogliaco di Gargnano.

Nella foto Riccardo Gorla con Ferdinando Sanfelice e l’Ammiraglio Agostino Straulino alle regate Invernali dello YC Italiano del 1966. Pochi mesi prima della tragedia.