Access Class 2013

Partners Istituzionali

Banner
Banner
Banner

La Boutique Centomiglia

Banner
Sconti per i partecipanti alle regate!
Live tracking and statistics

Note legali

I marchi registrati citati nel sito sono di proprietà esclusiva dei rispettivi proprietari.
Altri nomi di prodotti, progetti, termini, processi o frasi menzionati nel sito possono essere marchi o denominazioni commerciali registrati.
Tutti i diritti sul materiale contenuto in questo sito sono riservati a Circolo Vela Gargnano, soc. coop. dilet.

Centomiglia News - Circolo Vela Gargnano
GRANDE FESTA PER IL 36° TROFEO DANESI PDF Stampa E-mail
Mercoledì 09 Aprile 2014 18:22

GARGNANO (Brescia/lago di Garda) - Grande festa domenica scorsa con il 36° Trofeo Antonio Danesi, regata che ha aperto la stagione per i giovanissimi al Circolo Vela Gargnano. La gara ha visto in acqua quasi 100 skipper del doppio Rs Feva (vinto dal nuovo equipaggio di casa Giambarda-Minoni) e gli Junior e Cadetti dell' Optimist con protagonisti i mini skipper di Malcesine e Bardolino. Nel corso delle premiazioni è stato festeggiato Ermanno Poncipè, skipper e dirigente sportivo che negli anni '70 portò la vela sul piccolo lago d'Idro in Valle Sabbia, premiato dai fratelli Paolo e Gian Luca Virgenti. Quanto alle attività del CVG il "molo diamante" per tutto l'inverno ha ospitato i ragazzi di Garda e Sebino, in particolare il progetto legato alla barca propedeutica del 29Er, il piccolo skiff acrobatico che prepara gli equipaggi alle barche olimpiche. L'iniziativa vede coinvolti gli atleti, oltre che di Gargnano, della Canottieri Garda di Salò, della Associazione Nautica Sebina del lago d'Iseo. Gli Under 15 di Gargnano e di Toscolano-Maderno hanno si sono poi preparati con le flotte dell' Optimist. Dopo il "Trofero Danesi" il molo "diamante" ospiterà in questi mesi il progetto "Velascuola" con gli allievi delle scuole di Gargnano e Tignale, più quelli di Bergamo grazie alla collaborazione con lo Yacht Cub Città dei Mille-Bergamo. Quante alle regate il CVG dal 19 al 22 giugno presenterà la vela per i atleti con disabilità motorie ed il Campionato Italiano Hansa. Questo evento è promosso dal Circolo Vela Gargnano dal progetto Hyak Onlus. Sarà la terza edizione di questo tricolore che, nel 2015 diventerà una delle gare sportive di Expo 2015 e, nel 2016, addirittura il Campionato Mondiale, il primo ospitato in Italia. La classe Hansa propone le sue barche che possono far veleggiare persone con ogni tipo di disabilità motoria. Il Circolo Vela Gargnano riproporrà, a sua volta, la sua piattaforma con piccole gru per poter far salire in barca gli skipper. Le barche sono quelle importate dalla Up Sails di Verona, la cui anima è Erwin Linthout, colui che è il promotore di "Eos la vela per tutti-Michele Dusi", il laboratorio di riabilitazione motoria attivo da oltre 10 anni grazie alla collaborazione con l'Ospedale "Sacro Cuore" dell' Opera don Calabria di Negrar (Verona). Gli scafi saranno il doppio (ma anche singolo) 303 in cui l'equipaggio si siede come su una spider, lo Skud 18, barca a bulbo che fa parte della flotta Paralimpica. Alla manifestazione gardesana, che si correrà dal 19 al 22 giugno, parteciperà anche una barca della nuova scuola "Paradiso" presentato proprio recentemente dalla Fraglia Vela di Desenzano. Tra le varie realtà che supporteranno le manifestazioni del CVG ci sono già Fondazione Asm, Croce Rossa Italiana, Argivit, Hotel Ristorante Villa Giulia di Gargnano, WD 40, Marina di Bogliaco 2000, Isomet, Univela Campione, il consorzio Garda Lombardia, il Consiglio della Regione Lombardia, la Ifds, Federazione Mondiale della Vela per i disabili, la XIV° zona di Federvela.

 
DOMENICA IL TROFEO DANESI PER OPTIMIST E RS FEVA PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Aprile 2014 08:57

Si corre domenica prossima la 36a edizione del Trofeo Antonio Danesi, regata riservata alle flotte dell' Optimist (Cadetti e Junior) e del doppio promozionale Rs Feva, barca dove il Circolo Vela Gargnano vanta il titolo mondiale del 2012 con la coppia Stocchero-Virgenti (Maderno-Gargnano) e quello femminile 2013 con Porro-Dall'Ora (Sulzano-Gargnano).

Alla base del Circolo Vela Gargnano, al molo "diamante", i giovani si stanno allenando da inizio anno. Qui stanno lavorando gli skipper del progetto legato alla barca propedeutica del 29Er, il piccolo skiff acrobatico che prepara gli equipaggi alle barche olimpiche.

L'iniziativa vede coinvolti gli atleti, oltre che di Gargnano, della Canottieri Garda di Salò, della Associazione Nautica Sebina del lago d'Iseo. Gli Under 15 di Gargnano e di Toscolano-Maderno si sono poi allenati con le flotte dell' Optimist e dell' Rs Feva.

Dopo il "Trofero Danesi" il molo "diamante" sarà protagonista dal 19 al 22 giugno la vela per i velisti con disabilità motorie con il Campionato Italiano Hansa. Questo evento è promosso dal Circolo Vela Gargnano dal progetto Hyak Onlus. Sarà la terza edizione di questo tricolore che, nel 2015 diventerà una delle gare sportive di Expo 2015 e, nel 2016, addirittura il Campionato Mondiale, il primo ospitato in Italia.

La classe Hansa propone le sue barche che possono far veleggiare persone con ogni tipo di disabilità motoria. Il Circolo Vela Gargnano riproporrà, a sua volta, la sua piattaforma con piccole gru per poter far salire in barca gli skipper. Le barche sono quelle australiane importate dalla Up Sails di Verona, la cui anima è Erwin Linthout, colui che è il promotore di "Eos la vela per tutti-Michele Dusi", il laboratorio di riabilitazione motoria attivo da oltre 10 anni con l'Ospedale "Sacro Cuore" dell' Opera don Calabria di Negrar (Verona).

Gli scafi saranno il doppio (ma anche singolo) 303 in cui l'equipaggio si siede come su una spider, lo Skud 18, barca a bulbo che fa parte della flotta Paralimpica. Alla manifestazione gardesana, che si correrà dal 19 al 22 giugno, parteciperà anche una barca della nuova scuola "Paradiso" presentato proprio recentemente dalla Fraglia Vela di Desenzano.

 
UN WEEK A GARGNANO CON TANTI SKIPPER PDF Stampa E-mail
Mercoledì 19 Marzo 2014 11:06

No solo Trofeo Bianchi ma anche altre attività nel week end alla sede del Circolo Vela Gargnano. A terra oltre alla presenza degli skipper in regata c'era grande fremento. Allo scivolo "diamante" di Bogliaco ci sono le imbarcazioni olimpiche come il 4.70 degli esordienti di lusso Stocchero-Virgenti, gli ex Campioni del Mondo Feva 2012, ora tutti proiettati, nonostante la giovane età, sul doppio olimpico, il veterano Nicola Menoni con il suo Finn, altre derive. Ci sono i giovani del "Team 29Er Garda-Sebino" con gli skipper della Associazione nautica Sebina, della Canottieri Garda, della Lega Navale di Brescia-Desenzano, del Club di casa. Ci sono le squadre Optimist ed Rs Feva dei Club di Gargnano e Toscolano-Maderno. Ci sono gli studenti di Cus Bologna e Cus Brescia in partenza per il Campionato Europeo delle Università. Ci sono gli allievi della scuola Water Tribe di Milano per le lezioni pratiche con il Dolphin della flotta del Cv Gargnano. Quasi a confermare questa vitalià ci sono il presidente della 14a Zona (arena Garda e province dell'entroterra fino a Reggio e Parma, Bolzano a nord), Domenico Foschini e il presidente del CVG Francesco Capuccini. Al largo di Bogliaco va in scena il 36° Trofeo Roberto Bianchi, nel ricordo del progettista e costruttore di Gargnano, figura storica del sodalizio gardesano con le sue prime imbarcazioni in vetroresina costruite negli anni '60.

 
36° TROFEO ROBERTO BIANCHI PDF Stampa E-mail
Domenica 16 Marzo 2014 22:29

Foschia come in val Padana, una brezza leggerissima da sud gonfia gennaker e spinnaker. Si gioca a zona sullo scacchiere dell'alto Garda, tra Gargnano e Campione, lo spazio d'acqua del Parco Alto Garda della Lombardia e sulla riva veneta del Monte Baldo. Si parte in perfetto orario alle 9 e mezza di mattina.

La riva di Verona sembra offrire una condizione migliore. E' qui che la barche vanno a giocare. Si stramba e si ri-stramba, controllando l'avversario diretto. E' un balletto sull'acqua, ravvivato dai colori degli spinnaker. I Protagonist sono "protagonisti"assoluti con una flotta importane.

Sono le 11 e 36 di una mattinata che sembra voler risparmiare sul vento quando la prima imbarcazione si presenta sulla boa di Campione. E' "Joe Fly", il Mumm 30 della famiglia Gnocchi, affidato, come lo scorso anno, allo skipper Gianni Boventi della Canottieri Garda. Dopo 10 minuti arriva "Blu falcon", lo scafo della serie dei Falconi, un 6 metri stazza internazionale in vetroresina lungo 10 metri e mezzo, firmato dal progettista lacustre Daniele Buizza e realizzato in piccola serie ad inizio anni '70. A condurre "Blu falcon" è il vecchio leone lacustre Oscar Tonoli, una carriera lunga più di 40 anni, ultimo titolo nazionale il MiniAltura di due anni fa, in ambito gardesano l'affermazione assoluta nelle ultime due Centomiglia.

Terzo assoluto transita "Spirito Libero", carena della pattuglia dei Protagonist affidata a Carlo Fracassoli, skipper che nel 2012 vinse il Campionato Mondiale del monotipo Melges 24.

In uno scenario sempre più da canale della Manica, mezza bonaccia e mezza foschia, passano via via tutti gli altri, prima di affrontare una difficile bolina verso il traguardo finale posto al porto di Bogliaco Marina 2000.

Ritorno praticamente senza vento, solo due barche approdano al traguardo finale dopo un bellissimo Match-race a colpi di strambate.

Tra Gargnano e Bogliaco si consuma l'ultimo atto della regata, la 36° edizione del Roberto Bianchi, la classica d'apertura del CV Gargnano. "Ayeeyah", barca battente bandiera della Fraglia Vela Gabriele d'Annunzio di Gardone Riviera sembra avere un leggero vantaggio, ma nel balletto finale delle strambate è "Assterisco" di Giorgio Zamboni, alla barra il gargnanese doc Pierluigi Omboni, a guadagnare qualche metri "prezioso" per mettersi poi sempre tra la boa e l'avversario.

La barca Campione d'Italia 2013 dell'Asso 99 vince a mani basse la volatona finale. Secondo è "Ayeeyah" del giovane Davide Bianchini, il Campione d'Europa dell'Ufo 22. "Gradasso" della famiglia Bovolato, sfiora per un paio di minuti la terza piazza, per lo scadere del tempo massimo.

Le posizioni per le altre flotte sono i passaggi da Campione, la boa curata in collaborazione con Univela, la base del Centro di Preparazione Olimpica.

Nei Protagonist vince "Spirito Libero" (CV Gargnano), a Campione terzo assoluto. La barca di Claudio Bazzoli con il velaio Carlo Fracassoli precede "El moro" (Canottieri Garda) di Luca Pavoni ed Enrico Sinibaldi, terzo "Avec Mister Max" (Canottieri Garda) con Pietro Bembo.

Nei Fun si impone "Funatica" di Angelo Capello con Paolo Masserdotti e Fede Quecchia, seconde la bravissime ragazze del team "Funnine" con "Garuda" di Piera Bettoni (CV Gargnano) Annalisa Moniga e Mery Marchini, terzo "Funny Frog" (CVT Maderno) con Tagliani e Turolla.

Nella Mix è primo "Joe Fly" (CVT Maderno) condotto da Gianni Boventi, secondo lo storico "Blu Falcon" (CV Gargnano) condotto da Oscar Tonoli. Le singole classiche potranno essere utilizzare come punteggio per i singoli Campionati Zonali.

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 15

Partners

Banner
Banner
Banner
Banner
Segui la diretta della Centomiglia su TeleTutto e su www.teletutto.it
Banner
Banner
www.giornaledibrescia.it
Banner
Banner
Joomla extensions by Siteground Hosting